Università

Università Lateranense

Il Dott. Francesco Liberati insegna Psicologia Generale, Psicologia dell’Educazione e Psicologia Interpersonale (sociale) all’Istituto Superiore Mater Gratiae – Studio delle Scienze Religiose – Ascoli Piceno, Collegato alla Pontificia Università del Laterano.
Questi sono i programmi relativi alle materie insegnate nel corso dell’Anno Accademico 2015 – 2016.

I programmi possono essere seguiti sulle dispense fornite dal Prof. Liberati.

Programma di Psicologia Generale

Anno Accademico 2015-2016 – Docente Prof. Francesco Liberati

1) Definizione di Psicologia e cenni storici sullo sviluppo della disciplina (v. introduzione e cap. primo: Le radici storico-culturali della Psicologia).
2) Aspetti di base dell’organizzazione fisiologica del sistema nervoso (v. cap. secondo: Cenni sul sistema nervoso umano).
3) Le teorie sulla mente (v. cap. secondo: Le teorie sulla mente). Concetto generale di teorie non riduzionistiche (03. 02. Solo introduzione). Concetto generale della teoria funzionalista (03. 03). Concetto generale di teorie riduzioniste (solo introduzione e 03. 04. 04: Reti Neurali).
4) La coscienza (v. cap. settimo: Le teorie sulla mente e la coscienza). Definizione ed aspetti generali (tutto il paragrafo 03. 06).
5) Il sonno (v. cap. settimo: Le teorie sulla mente e la coscienza). Aspetti generali ed elettroencefalografici (tutto il paragrafo 03. 07).
6) L’attenzione (v. cap. settimo: Le teorie sulla mente e la coscienza). Aspetti generali e neurofisiologici (03. 08. 01, 03. 08. 02 e 03, 08, 04).
7) La sensazione (v. capitolo quarto: La sensazione e la risposta comportamentale). Introduzione (04. 01). Generalità e neurofisiologia (04. 02). Ulteriori considerazioni (04. 04).
8) Gli istinti (v. capitolo quinto: Gli istinti e le emozioni). Generalità (05. 01). Storia (05. 02. 01). Gli istinti umani propriamente detti (05. 02. 03).
09) Le emozioni (v. capitolo quinto: Gli istinti e le emozioni). Introduzione e generalità (05. 03. 01 e 05. 03. 02). Conclusioni (05. 03. 09).
10) La percezione (v. cap. sesto: La percezione). Generalità e aspetti psicofisiologici (06. 01. 01 e 06. 01. 02). La teoria percettiva della Gestalt (06. 02). La teoria empirista (introduzione del paragrafo 06. 03; paragrafo 06. 03. 01). Le teorie integrate razionaliste-empiriste (introduzione del paragrafo 06. 04; paragrafo 06. 04. 01). Conclusioni (06. 07).
11) Il pensiero (v. cap. settimo: Il pensiero). Definizione, aspetti neurofisiologici e procedure fondamentali (tutto 07. 01). Concetto generale di pensiero logico deduttivo ed induttivo. Concetto generale di modello mentale, pensiero euristico e pensiero pragmatico (07. 03). Concetto generale di automatismo del pensiero e di insight (07. 04). Concetto generale di intelligenza e di intelligenze multiple.
12) L’apprendimento (v. capitolo nono: L’apprendimento). Generalità sull’apprendimento (leggere tutto il paragrafo 09. 01 e tutto il paragrafo 09. 02. L’apprendimento secondo i comportamentisti (09. 03). L’apprendimento secondo la Psicologia della Gestalt (09. 05).
13) La memoria (v. capitolo decimo: La memoria). Generalità sulla memoria (leggere tutto il paragrafo 10. 01). I sistemi di memoria (10. 04). Concetto generale di memoria sensoriale (10. 04. 01). Concetto generale di memoria di lavoro (10. 04. 02). Concetto generale di memoria a lungo termine (10. 04. 03). Concetto generale di memoria a lungo termine dichiarativa episodica (10. 04. 05) e dichiarativa semantica (10. 04. 07). Concetto generale di memoria non dichiarativa, o implicita (10. 04. 08).
14) La motivazione (v. cap. 11: La motivazione e la volontà). Generalità sulla motivazione (11. 01). Le motivazioni integrate: generalità (11. 03. 01); il modello di Maslow (11. 03. 02); la motivazione alla competenza (11. 03. 05).
15) La volontà (v. cap. 11: La motivazione e la volontà). La capacità di volere (11. 04. 02). Conclusioni (11. 04. 03).
16) La personalità (v. cap. 12: La personalità secondo un’ottica psicodinamica). Leggere tutto il capitolo.

Sede Università Lateranense

Programma di Psicologia Interpersonale (Sociale)

Anno Accademico 2015-2016 – Docente Prof. Francesco Liberati

01) La comunicazione (v. cap. 01: La comunicazione). Studiare tutto il capitolo con attenzione ai concetti generali.
02) Cenni di storia della Psicologia Sociale (v. cap. 2: Generalità sulla Psicologia Sociale e suoi protagonisti). Definizione (02. 01) Concetto generale di società come insieme di individui (da ricavarsi dal paragrafo 02. 03). Concetto generale di società come organismo specifico (da ricavarsi dal paragrafo 02. 04). Concetto generale di integrazione tra queste due dimensioni (da ricavarsi dal paragrafo 02. 05).
03) L’ottica Social Cognition come insieme di processi elaborativi mediante cui il soggetto prende in carico ed elabora l’informazione sociale (v. cap. 04: Introduzione. I processi generali della Social Cognition e le loro motivazioni). Studiare tutto il capitolo.
04) L’informazione sociale (v. cap. 05: L’approccio con l’informazione sociale e la sua schematizzazione). Origine e natura dell’informazione sociale (05. 01).
05) Il primo trattamento dell’informazione sociale (v. cap. 05: L’approccio con l’informazione sociale e la sua schematizzazione). Concetto generale di rappresentazione mentale (05. 02). Concetto generale di schema (05. 03). Concetto generale di stereotipo (05. 04).
06) La formazione di impressioni (v. cap. 06: La formazione di impressioni nella Social Cognition). Concetti introduttivi (06. 01). Concetto generale di categorizzazione: cenni sui tre principali modelli di categorizzazione (06. 02). Concetto generale di attribuzione causale (06. 03): il modello di Weiner (06. 03. 05). Concetti generali di impressione sociale secondo Asch e secondo Anderson (06. 04. 01 e 06. 04. 02).
07) Gli atteggiamenti sociali (v. cap. 07: Gli atteggiamenti sociali nella Social Cognition). Generalità (07. 01). Funzioni degli atteggiamenti (07. 04). Relazione atteggiamento-comportamento (07-05). Concetto generale di pregiudizio (07. 07).
08) I fattori di cambiamento degli atteggiamenti (v. cap. 08: Formazione e cambiamento degli atteggiamenti). Generalità (08. 01). Concetto di persuasione (08. 02. 01). Il modello basato su fattori emozionali: gli studi di Hovland (08. 02. 02). Il modello basato su fattori cognitivi (08. 03 introduz.): la teoria di McGuire (08. 03. 05). Il modello basato su teorie integrate: il modello della probabilità di elaborazione (08. 04. 02).
09) Il comportamento sociale (v. cap. 09: Il comportamento sociale). Generalità (09. 01). Le motivazioni del comportamento: concetti generali sulla Self-Determination Theory (09. 02). I fattori di regolazione cognitiva (solo introduzione: 09. 03. 01). Le condotte sociali (09. 04. 01): concetti generali di comportamento assertivo (09. 04. 02), passivo (09. 04. 03) ed aggressivo (09. 04. 04).
10) L’influenza sociale (v. cap. 10: L’influenza sociale). Concetto generale (10. 01). Concetto generale di suggestione (10. 02. 01) e cenni sulla psicologia delle folle di Le Bon e Freud. Concetto generale di teoria funzionalista (10. 03. 01). Cenni sui contributi di Sherif ed Asch (10. 03. 02). Concetto generale di Modello Genetico (10. 04. 01). Aspetti fondamentali (10. 04. 02). Conclusioni (10. 04. 03). Concetto generale di rappresentazione sociale.
11) I comportamenti nei gruppi (v. cap. 11: Le condotte sociali nei gruppi). Concetto generale di identità sociale (11. 01). Aspetti generali dei gruppi (11. 02). Aspetti costitutivi (introduzione al paragrafo 11. 03): concetto generale di norma (11. 03. 01); concetti generali di status e ruoli (11. 03.
03); concetto generale di leadership (11. 03. 04). La comunicazione nel gruppo (11. 03. 05). Conclusione (11. 03. 06).
12) Il processo di socializzazione in entrata nel gruppo (v. cap. 11: Le condotte sociali nei gruppi). Generalità (11. 04. 01). Concetto generale di fase esplorativa (11. 04. 02), di periodo probatorio (11. 04. 03), di rito iniziatico (11. 04. 04).
13) Il processo di socializzazione all’interno del gruppo (v. cap. 11: Le condotte sociali nei gruppi). Aspetti generali (15. 05. 01). Concetto generale di coesione (11. 05. 02). Concetto generale di processo di decisione (11. 05. 03). Concetto generale di produttività (11. 05. 04).
14) Il processo di uscita dal gruppo (v. cap. 11: Le condotte sociali nei gruppi). Concetto generale di conflitto e sua evoluzione (11. 06. 01 e 11. 06. 02).
15) Il decorso tipico del gruppo (v. cap. 11: Le condotte sociali nei gruppi). Studiare il paragrafo 11. 07.

N.B. Quando si parla di concetto generale, significa che il candidato deve essere in grado di definire chiaramente il concetto in questione e specificarne gli aspetti fondamentali e il fondamentale teorizzatore, a prescindere da tutte le varianti teorizzate, dagli aspetti storici, particolari e di contorno.